I criteri di accesso a PiuTurismo
22 Dicembre 2017
Il ciclo dell’acqua
23 Dicembre 2017

Il progetto I Luoghi di Piuturismo


I LUOGHI DI PIUTURISMO 

 

Le affinità elettive sono quelle che hanno la forza di creare ponti e collegamenti a lungo termine perché fondati su valori condivisi; sono quelle che hanno unito PiuTurismo, portale che diffonde la cultura del turismo responsabile, e WWFNaTuRe, il portale che promuove le attività dei campi vacanze e dei viaggi coerenti con la carta di qualità del WWF Italia. Da questo incontro è nato I Luoghi di Piuturismo: un progetto per recensire territori legati alla natura e alla biodiversità che, grazie a un processo di analisi, valorizza e sostiene le strutture che operano secondo i principi di sostenibilità ambientale. Grazie all’utilizzo di una piattaforma di profilazione compilabile online, le strutture, ricettive o dedicate allo sport e al tempo libero, possono dimostrare il proprio impegno per l’ambiente e la tutela della biodiversità. L’obiettivo è migliorare il livello qualitativo dell’offerta turistica italiana attenta all’ambiente e alla valorizzazione della cultura e della natura e di informare e sensibilizzare chi viaggia.

Per garantire una auto selezione delle strutture iscritte abbiamo proposto un protocollo di accesso in 8 punti che ci permette di capire quanto siano attente e impegnate sul tema.

Le strutture che vogliono farsi auto promozione hanno a disposizione vari strumenti sul sito (strumenti in costante aggiornamento con un rilascio di  nuove funzionalità al mese), strumenti che permetto di essere in home page e di garantirsi visibilità alla stessa stregua delle strutture iscritte a progetti specifici.

Trucchi, consigli pratici, buone pratiche e soluzioni per una ospitalità sostenibile, equa e solidale 

In supporto ai due protocolli (quello di accesso al sito e quello di accesso al progetto I Luoghi di WWFNaTure) questa guida vuole essere un aiuto concreto alla soluzione dei problemi e un approfondimento (specialistico, redatto da esperti dei vari settori e dei temi affrontati) per conoscere e decidere​. Una scelta consapevole può essere attuata solo grazie alla conoscenza, alla condivisione e alla diffusione del risultato degli studi finora condotti da vari team, professionisti ed esperti del settore che si sono uniti facendo rete per sensibilizzare e coinvolgere le strutture turistiche italiane in un processo di analisi e di proposta di soluzione di problemi. Il “premio” è la visibilità utile a tutti che garantisca un turismo consapevole, meno impattante e più rispettoso del territorio. 

Se mi dici che ho un problema e sbaglio qualcosa, dimmi anche come risolverlo! 

I materiali contenuti in questa guida sono di libero utilizzo e libera diffusione, con citazione della fonte 

Il motore di ricerca di PiuTurismo è meritocratico rispetto ai valori e alle linee guida contenute nel presente documento. Maggiori sono le risposte positive di entrambi i protocolli, più alto è il posizionamento all’interno delle search locali​, la conseguente visibilità e l’autopromozione. L’adesione a progetti a pagamento non varia questo tipo di risultato: viene garantita una maggior promozione e una maggiore visibilità tramite newsletter, box dedicato in home e canali social, ma la meritocrazia applicata dal motore garantisce un equo e sempre identico trattamento a qualsiasi struttura abbia comunicato (e successivamente dimostrato) l’adeguamento ai presenti protocolli. 

Il protocollo stesso è di libero utilizzo (come base per linee guida, ovviamente non per la riproduzione su altro sito di analoga profilazione) e può e deve servire a tutti come documento da copiare, replicare, applicare e diffondere. 

Hanno collaborato al progetto: 

  • La redazione di PiuTurismo 
  • Lo Staff di WWF NaTuRe

La nostra definizione di ecoturismo 

Definire l’ecoturismo non è facile. Definire l’ecoturista ancora meno. Ci hanno provato in tanti ma sfugge sempre qualcosa, perché alla fine ognuno di noi vive il viaggio a modo suo. 

Se però volessimo provare lo stesso a dare una definizione, forse ce ne sarebbe una semplice e universale: l’ecoturismo è una scelta consapevole​. A questa idea di ecoturismo ci siamo arrivati negli ultimi anni con la Dichiarazione di Quebec del 2002, anno internazionale dell’ecoturismo. Le definizioni che negli anni si sono susseguite sono tante e tutte valide ma forse, tra le più condivise, c’è quella dell‘International EcotourismSociety che dice: 

“L’ecoturismo è un modo responsabile di viaggiare in aree naturali, conservando l’ambiente e sostenendo il benessere delle popolazioni locali”. 

L’ecoturista ha a cuore tutto questo, ma non solo. È un viaggiatore curioso​, che si informa e sperimenta​. È un turista attento perché sa che viaggiare, anche se in punta di piedi, lascia sempre una traccia dentro di sé e nei luoghi che attraversa. Sa che scegliere bene l’alloggio o dove mangiare può fare la differenza per l’economia di un Paese e per la natura che lo ospita. E sa che si può viaggiare in modo sostenibile non solo in ambienti naturali e incontaminati, ma anche in borghi e città d’arte. Perché la differenza la fanno le scelte e per scegliere bisogna conoscere. 

I criteri di accesso a PiuTurismo 

La scelta del sito è stata quella di non richiedere percentuali sulle transazioni alle strutture iscritte, fornire un sistema gratuito e libero per tutti ​e permettere alle strutture di avere una presenza online accessible da mobile​, con tutti i dati in chiaro e i link ai propri social. Questo consente a qualsiasi viaggiaotre di accedere in fretta a ciò che gli serve per vedere i dettagli, verificarne la qualità sui social, e contattarla direttamente (o tramite il nostro sistema che garantise uno sconto in caso di prenotazione 

Per garantire una auto selezione delle strutture iscritte abbiamo proposto un protocollo di accesso in 8 punti che ci permetta di capire quanto è attenta ed impegnata sul tema la struttura. 

Le strutture che vogliono farsi auto promozione hanno a disposizione vari strumenti sul sito (strumenti in costante aggiornamento con un rilascio di nuove funzionalità al mese), strumenti che permetto di essere in home page e di garantirsi visibilità alla stessa stregua delle strutture iscritte a progetti specifici.

Chi è WWFNaTuRe

Il portale WWFNaTuRe (NAtura e TUrismo REsponsabile) è una piattaforma web per la presentazione e la promozione di vacanze, viaggi, campi junior coerenti con la Carta di Qualità del Turismo Responsabile del WWF Italia e certificati, nonché per la divulgazione di temi, contenuti e documenti del turismo responsabile.

Proprietaria del Portale WWF NaTuRe è WWF Ricerche e Progetti Srl, una Società a responsabilità limitata di proprietà della Fondazione WWF Italia Onlus.

Le principali caratteristiche di valore, sostenibilità e responsabilità ambientale e sociale del portale WWFNaTuRe sono: qualità, sostenibilità e responsabilità del prodotto, aspetti educativi, trasparenza del prezzo dei Campi e delle Vacanze WWF NaTuRe, lo sport come elemento di valore, la scelta di WWF NaTuRe per le compensazioni dei viaggi: Climate Care, gli strumenti di sensibilizzazione all’ambiente e alla natura del Portale WWF NaTuRE: il Blog e la pagina,partenariati & Green Economy.

I criteri di accesso ai Luoghi di Più turismo

Lo scopo del test è analizzare e valutare lo stato dell’impegno della struttura nell’attenzione all’ambiente e al territorio e alla loro salvaguardia. All’interno del test consigli, approfondimenti e miniguide di supporto, che servono all’utente a orientarsi tra temi come il risparmio dell’acqua, l’acquisto a chilometro 0, ecc. Una volta compilate tutte le domande, il sistema assegna un punteggio. L’elenco del valore e del peso di ogni domanda può essere consultato qui. Se il punteggio supera il 50% del totale, delle domande compilate (toglierei la parte in grassetto) la struttura ottiene il diritto di iscriversi al progetto I Luoghi di Piuturismo.

Se il punteggio non supera il 50%, la struttura può richiedere un contatto con lo staff per approfondire e capire su quali processi intervenire per raggiungere un punteggio migliore.

Una volta accettata l’iscrizione al circuito, ti è richiesto di scegliere come documentare le risposte fornite:

– puoi caricare autonomamente una foto per ogni risposta, permettendoci così di verificare online e senza costi e ottenere il badge “verificato da I luoghi di Piuturismo”,

– puoi richiedere l’intervento del redattore più vicino perché si rechi presso la tua struttura, al fine di supportarla nella documentazione e nella verifica dei parametri, cogliendo l’occasione per produrre un itinerario di viaggio che attiri clienti.

 

 

Prerequisiti per l’accesso al programma di visibilità:

Per poter effettuare il test, devi rispondere sì ai seguenti requisiti minimi indispensabili. In caso contrario, per ora non puoi accedere al programma.

  • la struttura non usa carbone o gasolio come combustibile
  • la struttura è stata realizzata senza deturpare il territorio circostante e non è frutto di speculazione edilizia
  • i dintorni dell’edificio non sono in alcun modo inquinati e non presentano alcun rischio per la salute e la sicurezza degli ospiti
  • i rubinetti idraulici presenti nella struttura posseggono riduttori di flusso per limitare il consumo idrico
  • le lampadine presenti nell’edificio sono a risparmio energetico (led, fluorescenti compatte o fluorescenti T5 o T8)
  • la struttura è iscritta e pubblicata sul sito PiuTurismo*

* ed ha quindi già fornito una profilazione base, grazie al protocollo, rispetto alle sue scelte green

Il questionario

Di seguito sono riportati i punteggi associati a ogni tema proposto nel questionario. Ogni sezione presenta una guida e un approfondimento per comprendere nel dettaglio come e perché diventare green. Il questionario include anche aree come Ristorazione e Giardino. in funzione delle caratteristiche della tua struttura, ti verrà proposto un elenco con domande corrispondenti al tuo profilo, seguendo le varie fasi del test. Dopo ogni consiglio pratico o guida le domande e i relativi punteggi.

Preservare la biodiversità:

(1 punto) hai installato mangiatoie per alimentare la fauna selvatica?

(3 punti) hai installato nidi artificiali per pipistrelli, insetti, uccelli?

(3 punti) usi prevalentemente fertilizzanti naturali e insetticidi/biocidi organici?

(4 punti) partecipi a iniziative legate alla conservazione del territorio? 

Quali di queste misure/pratiche adotti a tutela delle risorse idriche​? 

(2 punti) offri esclusivamente acqua in caraffa? 

(3 punti) usi acqua non potabile da pozzo o acqua piovana?

(3 punti) hai installato WC a doppio scarico nei bagni? 

(3 punti) usi impianti di irrigazione a goccia o a risparmio idrico?

(3 punti) il tuo impianto di irrigazione è controllato da sensori di umidità o controller climatici? 

(4 punti) depuri le acque nere e le ricicli a scopo irriguo? 

(5 punti) hai installato la fitodepurazione? 

Quali di queste misure/pratiche adotti per combattere i cambiamenti climatici

(2 punti) acquisti a km 0 o fai acquisto/vendita diretta in azienda dei prodotti?

(3 punti) hai installato infissi e vetri ad alta efficienza energetica?

(3 punti) metti a disposizione biciclette per gli ospiti durante il soggiorno? 

Quali soluzioni basate sulle energie rinnovabili​hai implementato? 

(3 punti) usi biomassa locale? 

(3 punti) l’energia acquistata proviene tutta da fonti rinnovabili?

(5 punti) almeno il 50% dell’energia elettrica che impieghi è prodotta da fonti rinnovabili? 

(3 punti) hai un impianto solare termico? 

(3 punti) hai installato unità di recupero del calore? 

(5 punti) l’impianto solare termico è in grado di coprire più del 50% dell’acqua calda sanitaria? 

Quali interventi di domotica o​ automazione impianti hai effettuato? 

(3 punti) hai installato un sistema di spegnimento automatico della luce o dell’aria condizionata? 

(4 punti) i tuoi impianti di condizionamento dell’aria sono di classe A?

(3 punti) il tuo impianto termico è a pavimento, a battiscopa o a parete? 

Che caratteristiche hanno i detergenti c​he utilizzi? 

(4 punti) i bagni dispongono di erogatori ricaricabili per i detergenti liquidi?

(4 punti) almeno il 60% dei detersivi utilizzati è alla spina o in confezione ricaricabile? 

(4 punti) almeno il 90% dei detergenti per la pulizia è certificato con l’Ecolabel UE? 

Che politiche metti in atto per la gestione dei rifiuti?​ 

(4 punti) effettui la raccolta differenziata nelle stanze? 

(4 punti) ci sono cestini per differenziare i rifiuti nelle camere e negli spazi comuni? 

(4 punti) usi gli scarti organici a scopo alimentare umano/animale o per compostaggio? 

(4 punti) per il consumo dei pasti usi solo articoli riutilizzabili e/o lavabili? I Luoghi


Argomenti correlati:

I Luoghi di Più Turismo,­ La Guida a supporto per le strutture turistiche

 

Mauro Lattuada
Mauro Lattuada
Responsabile della parte progettazioni e impianti progetto e supervisioni impianti di domotica e sistemi IT da più di 15 anni. Testo e metto in campo nuove soluzioni per semplificare il controllo, il video controllo e la sorveglianza degli ambienti